Inviaci un'e-mail - Italy@reboundeu.com

C’è una carenza di componenti passivi?

Potresti aver sentito parlare di una carenza di componenti passivi, e mentre c’è del vero in questo, non è motivo di panico. Come per quasi tutte le industrie, la disponibilità dei prodotti è dettata dalle leggi della domanda e dell’offerta.

Sebbiamo delineato di più sulla causa dell’attuale carenza di componenti passivi, nonché su ciò che gli OEM possono fare per affrontarla.

Perché c’è una carenza e quali componenti sono stati colpiti?

L’attuale carenza di componenti passivi ha influenzato in particolare la disponibilità di condensatori ceramici multistrato (MLCC), diodi, transistor e resistori. La ragione di questa carenza è dovuta principalmente agli investimenti in nuove tecnologie, che stanno aumentando la domanda di alcuni componenti riducendo al contempo la domanda di altri. 

Tutti i fornitori stanno cercando di investire in tecnologie che ritengono deteneranno un posto importante nel mercato in futuro. Attualmente, i mercati più popolari in cui i fornitori stanno investendo sono gli smartphone, l’automotive e l’Internet of Things (IoT).

Smartfoni

I telefoni intelligenti non sono certo un mercato emergente, ma la domanda è mantenuta elevata attraverso le aziende che producono un nuovo modello tutte le volte all’anno. La quantità di pubblicità e marketing che circonda il nuovo modello di uno smartphone ha sempre un’abbondanza di persone che cercano di aggiornare il proprio smartphone prima di averne un reale bisogno. 

Ismartphones richiedono molti componenti passivi, tra cui circa 1000 condensatori per telefono. Con 1,46 miliardi di smartphone prodotti nel solo 2018, questa domanda mette a dura prova i fornitori.

A cars elettriche e ibride

Le auto elettriche e ibride sono un vero investimento nel futuro, con alcuni paesi che vietano la produzione di nuove auto a benzina e diesel nei prossimi anni e le auto elettriche richiedono circa 22.000 MLCC da soli.

Ne prima di questo, i nuovi veicoli hanno utilizzato sempre più componenti elettronici passivi man mano che sono state aggiunte nuove funzionalità, come la navigazione integrata, i sistemi di altoparlanti avanzati e l’assistenza al parcheggio. Ora, funzionalità come l’avvio remoto e i display head-up stanno ulteriormente aumentando la domanda. Inoltre, i componenti per veicoli sono più costosi a causa dei requisiti di produzione più severi relativi alle garanzie.

L’Internet delle cose

Anche il mercato IoT sta crescendo rapidamente, poiché le persone sognano una “casa intelligente” che è più di un semplice assistente vocale per creare liste della spesa e riprodurre musica. Ora, la connettività dei dispositivi può essere utilizzata nei sistemi di riscaldamento, illuminazione e altro ancora, e si prevede che ci saranno 20,4 miliardi di dispositivi IoT in circolazione entro il 2020. 

Da quando tutti questi dispositivi utilizzano un gran numero di componenti elettronici, il desiderio degli OEM di convertire il maggior numero possibile di dispositivi per essere compatibili con l’IoT mette a dura prova il mercato, con conseguente carenza di componenti passivi.

Componenti outdati

Gli investimenti in queste aree si traducono in una situazione in cui la domanda supera l’offerta. Vi è un aumento della produzione e una maggiore concorrenza per i componenti necessari, nonché un aumento dei prezzi e una riduzione della produzione per i componenti utilizzati nelle tecnologie più vecchie. 

Supplier produrrà solo tanti di questi componenti obsoleti quanti si aspettano realisticamente di vendere e non ci sarà un surplus. Pertanto, al fine di tenere il passo con il mercato, potremmo vedere più OEM aggiornare le loro tecnologie per utilizzare più dei nuovi componenti utilizzati anche nei mercati emergenti.

Come affrontare la carenza di componenti passivi

OEM devono iniziare a guardare al futuro nello stesso modo in cui lo fanno i fornitori. Anche se non fanno parte dei mercati emergenti, gli OEM devono capire quali componenti vengono utilizzati in tecnologie nuove e popolari e vedere come i propri prodotti possono essere adattati e aggiornati utilizzando parti simili.

Perché un tale approccio mantenga gli OEM dalla parte dell’aumento della domanda e dell’offerta, saranno anche in forte concorrenza per i componenti di cui hanno bisogno. Pertanto, avere backup affidabili e qualificati e fornitori alternativi per tutte le parti consentirà agli OEM di adattarsi alle carenze. Dovrebbero cercare di utilizzare i fornitori in grado di fornire componenti senza subire tempi di consegna più lunghi.

Ere di Rebound Electronics, ci riforniamo di componenti elettronici tracciabili a livello globale per ridurre i problemi nella catena di approvvigionamento. Scopri di più su come potremmo aiutarti ecco o ti metterti in contatto con noi.

Altro dal blog

Altro dal blog